Qualche video utile

Loading...

venerdì 24 febbraio 2012

!!!COSA FARE IN CASO DI STAGNAZIONE DEL PESO!!!

Il fenome di stagnazione è piuttosto normale in questa dieta. Così come piccoli sbalzi di peso (0,5/2 kg). Tuttavia Dukan non considera un'effettiva "stagnazione" se il fenomeno dura meno di 15 giorni. 
In questo caso è necessario aumentare l'attività fisica (Aggiungere 45 minuti di camminata alla normale attività fisica, cerca di stare in piedi il più possibile, lavare l'auto, fare le pulizie... insomma non impigrirsi). Per 3 giorni consecutivi bere solo Tè verde (no acqua no caffè o bibite solo tea verde). Sostiuire un giorno PV con un giorno PP. Evitare i tollerati. (lo stesso rimedio può essere utilizzato in caso di sgarri)


In ogni caso è indispensabile non lasciarsi prendere dallo sconforto e NON INCIAMPARE soprattutto in questo momento così delicato. E' il momento in cui il corpo oppone resistenza. Sta perdendo le sue riserve (che magari conserva da anni) e fa di tutto per trattenerle. EVITARE ASSOLUTAMENTE di ridurre le calorie assunte. Le proteine bruciano calorie per la digestione. Riducendo l'assunzione di cibo si otterrebbe l'effetto opposto. Quindi testa alta e continuate per la vostra strada... prima o poi qualcosa succederà!!!


!!!ATTENZIONE!!! IN FASE PV è NORMALISSIMO AUMENTARE DI PESO PERCHE' L'ACQUA DELLE VERDURE PUO' DEPOSITARSI NEI TESSUTI. IL PESO EFFETTIVO SI VEDRA' ALLA FINE DEI GIORNI PP (soprattutto se si è scelta l'alternanza 5+5)


Rimedi contro uno stallo prolungato possono essere: 


-Il taboulè:
Dinamizza la tua perdita di peso con il "taboulé" alla crusca d'avena.
Un piatto "Jolly" in caso di diminuzione della motivazione.
Sei a dieta, stai cercando di perdere parecchi chili e vorresti che ciò avvenisse in tempi ancor più rapidi? Questo significa che ti trovi in una fase di bonaccia in cui la motivazione si affievolisce...
Prova questa soluzione: la ricetta di un piatto simile al "taboulé" libanese. Taglia finemente un mazzolino di prezzemolo, del coriandolo e della menta. Taglia a dadini una piccola cipolla, un pomodoro e spremi un limone. Mescola il tutto in un'insalatiera e conserva al fresco. Al momento di servire aggiungi due cucchiai di crusca d'avena.
Prova questo piatto per due o tre giorni al pasto di mezzogiorno: scoprirai la ragione per cui il prezzemolo è il vegetale più ricercato, dotato di carotene e di vitamina C naturale (cioè non in compresse).


-Il G-Day:
"Viva una giornata folle e senza trasgressioni con, per ognuno dei pasti del giorno, 1 galletta di crusca d'avena, 1 grande bevanda e 200 grammi di latticini magri (formaggio fresco 0%, latte, yogurt 0%...). Prepari le sue 3 gallette di crusca d'avena con soltanto 1 cucchiaio di crusca d'avena e 1 o 2 chiare d'uovo e si pesi il giorno successivo. Certo, questa è soltanto una proposta. Se la accetta, non tenga conto del menu del giorno. La bilancia le mostrerà un risultato soddisfacente e questo le ridarà motivazione."

Nessun commento:

Posta un commento

Commenti golosi